Hamilton il più veloce nella prima sessione

Fotografia MIRCO LAZZARI

Si ricomincia da Lewis Hamilton e dalla McLaren che ci tiene evidentemente a far dimenticare subito l’erroraccio di Monaco, dove una protezione dimenticata davanti ad un radiatore  era costato il ritiro ad inizio gara (e la perdita della prima posizione in classifica) a Jenson Button. Lo squadra di Woking ha svettato su tutti nella prima sessione di prove libere, infatti il secondo classificato è stato proprio Button a poco più di 9 decimi di distacco da Hamilton (1’29’’615 contro 1’28’’653) ed uno e due decimi di vantaggio, rispettivamente, sui due piloti della Mercedes, Schumacher e Rosberg. Seguono, poi, Vettel (Red Bull Racing), Kubica e Petrov (entrambi su Renault) Webber (RBR) ed Alonso, sulla prima delle Ferrari. Il suo compagno di squadra, Massa –che si è dette esaltato dalle voci d’imminente rinnovo del suo contratto con la squadra di Maranello- è per ora 13°. Per quanto concerne gli italiani, Liuzzi (Force India) è 12° e Trulli (con la modesta Lotus) 20°, mentre i due piloti della Scuderia Toro Rosso occupano rispetivamente il 14° (Buemi) e 18° (Alguersuari) posto. Come sempre, però, tutti questi dati significano ben poco, trattandosi della giornata del venerdì ed ancor più della prima sessione disputata per di più su una pista tutta da pulire dalla polvere accumulata nei mesi e da gommare, vista la scarsa attività lungo l’anno. Sarà più interessante, invece, osservare oggi come si comporteranno in simulazione delle condizioni di gara le Red Bull Racing che inaugurano per la prima volta anch’esse il sistema F-duct. Introdotto, quest’anno, dalla McLaren, tale artizio consente, come noto, di migliorare l’efficienza aerodinamica ‘chiudendo’ un condotto ‘soffiante’ e riducendo la portanza in rettifilo. Vale su certi tracciati più o meno 5 o 6 km/h, che non sono affatto pochi quando si tratta di prendere la scia per tentare un sorpasso, o di resistere ad un attacco da parte di chi insegue. Non a caso, forse, davanti ci sono di nuovo, per ora, le McLaren.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Piloti, Squadre. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...