Webber – Vettel : un precedente ed un “giallo”…

Da una possibile doppietta RBR ad una doppietta McLaren - Fotografia MIRCO LAZZARI

Un incidente tra due piloti in lotta per una posizione, soprattutto la prima, può sempre capitare.

‘Ci può stare’, come si suol dire, anche secondo il rigido ed intransigente decalogo del Capo squadra, per quanto giovane (come Horner) e moderno egli sia. Ma il contatto ‘non ci sta più’ quando i due piloti fanno parte della stessa scuderia. A farle girare ai mille all’ora a Christian Horner, oggi, non è stato solo il fatto che i suoi due galletti nel pollaio si sono azzuffati con conseguenze semi-catastrofiche per la RBR, ma anche che pochi minuti più tardi, altri due galletti (ruspanti e DOC) di casa McLaren si sono egualmente sfidati, senza farsi regali, ma senza mettere a repentaglio il risultato di squadra. Hamilton e Button hanno dato vita ad un duello esaltante, senza oltrepassare le famose righe che separano la buona condotta dall’idiozia. Una bella lotta in pista, corretta, al limite ma non oltre. “E’ esattamente l’atteggiamento che chiediamo ai nostri e che esigiamo da loro” ha, poi, amaramente commentato Horner. La differenza di base tra le due formazioni di compagni-rivali, che agevola il senso della misura mostrato dai piloti della scuderia di Woking, è che i due di casa McLaren hanno entrambi già vinto un mondiale, contrariamente ai due galli del pollaio RBR ancora entrambi a caccia del primo sigillo. Con, per giunta, tra loro un esuberante giovincello di grande talento ma di scarsa pazienza.

A complicare la situazione, si sommano, poi, altri due fattori, tra cui un precedente molto scomodo, perché nel 2008 -quando le occasioni di mettersi in mostra erano molto più rare per la Red Bull Racing- ci fu già uno scontro clamoroso, al Fuji, durante un GP del Giappone corso sotto un vero diluvio. Gli attori erano gli stessi : Webber (RBR) Vettel (che allora correva per la squadra cugina, Toro Rosso) ed Hamilton (McLaren). Durante una fase di neutralizzazione della gara, Hamilton rallentò eccessivamente dietro la Safety Car e Vettel tamponò clamorosamente Webber, eliminando entrambi. L’australiano si scagliò nelle interviste tv contro la Red Bull che dava spazio a giovani piloti impreparati. Secondo voi, al di là delle successive ‘pezze’ messe sulla vicenda per rattoppare lo strappo, queste ferite non riemergeranno ora, almeno a livello di ‘cattivi pensieri’ per i due diretti interessati? Suvvia…

Ancor più pesante sarà, forse, il secondo fattore. Nelle interviste post-gara, Webber ha,  oggi, invitato la stampa a scavare più a fondo per scoprire una verità che lui non poteva svelare sull’incidente odierno. Poco dopo, è emerso che l’australiano era stato costretto a rallentare il suo ritmo, poco prima dell’incidente, per risparmiare carburante, come gli era stato indicato dalle indicazioni sul cruscotto. Vettel ne ha subito approfittato per tentare il sorpasso, ma in teoria in casa RBR esiste un accordo di principio che lascia campo libero ai piloti fino all’ultima sosta ai box, ma vieterebbe loro di attaccarsi a vicenda in seguito. Le soste ai box previste ai box si erano già svolte, quindi i giochi erano fatti, ma Vettel ha tentato comunque il sorpasso. Se così è, questo lascerà ancor più il segno. La grande rivalità Senna – Prost cominciò, alla Mclaren, perché, in un GP di San Marino, Senna non rispettò un accordo verbale di non belligeranza tra di loro alla prima curva del primo giro. Quello strappo non fu mai completamente ricucito. Christian Horner ha già promesso un meeting chiarificatore a tre, ma questa volta farà bene ad armarsi di un solido ago e di un robusto filo. Auguri!

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Webber – Vettel : un precedente ed un “giallo”…

  1. Vittorio ha detto:

    ops… l’episodio del Fuji risale al 2007 😀
    Per il resto, ovviamente complimenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...