Lotus – Force India : battaglia a tutto campo

La Lotus (qui Kovalainen) vuol tornare grande e si rafforza - Fotografia MIRCO LAZZARI

Tra Lotus e Force India non c’è mai stato un grande amore. Beh, di certo ora ce n’è meno che mai.

Nulla a che vedere con le prestazioni in pista, per il momento. La squadra di VJ Mallya ha, infatti, effettuato, fin dalla seconda metà della scorsa stagione, un eccezionale passo avanti e riesce ormai, con una certa regolarità, a mettersi in mostra ed a mescolarsi alle quattro grandi ed alla Renault nella caccia alla zona punti. La Lotus, invece, naviga per ora in acque extraterritoriali rispetto a tale ambita zona che oltre ad offrire prestigio, apre anche i cordoni della borsa dei diritti versati l’anno successivo dallo Zio Paperonecclestone;

Ieri, si sono susseguiti comunicati delle due squadre che attestano il clima tesissimo. Ha cominciato la Force India, che ha confermato pubblicamente d’aver intrapreso un’azione legale contro la 1Malaysia Racing Team, tanto la società malese quanto la sua omonima filiale inglese -aziende cui è direttamente legata la Lotus Racing- ed anche contro l’Aerolab di Jean-Claude Migeot e l’attuale responsabile tecnico della Lotus, Mike Gascoyne, precedentemente alla Force India. E’ una vicenda intricata dove la parola ‘spionaggio’ viene spesso utilizzata a sproposito in quanto, sotto sotto, si tratta meramente una questione di… soldi. Ha proseguito, poi, la Lotus annunciando l’ingaggio di tre tecnici strappati proprio alla Force India. Tra questi anche un pezzo da novanta come Mike Smith, subito nominato Direttore tecnico alla Lotus, nonché i meno conosciuti Lewis Butler e Marianne Hinson, che occuperanno però ruoli altamente strategici alla Lotus : rispettivamente capo progettista e responsabile dell’aerodinamica.

Di certo la Lotus si è rafforzata, mostrando quale sia la volontà di crescita rapida che anima il suo proprietario, Tony Fernandes, e la Force India ne è stata indebolita.

…E Gascoyne, come leggete sotto, gongola.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in F1 key people, Politica, Squadre. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...