Mateschitz chiude il caso Webber-Vettel

Vettel e Webber : succede... ma non dovrebbe

La scorsa settimana la Red Bull Racing, al termine di un lungo incontro al vertice tra i suoi piloti ed i responsabili della squadra (Horner e Newey) e della proprietà (Dr. Marko) ha persino fatto scattare una foto in posa scherzosa a Vettel e Webber, per cercare di sdrammatizzare la situazione incresciosa venutasi a creare in seno alla squadra di Milton Keynes dopo la collisione tra i suoi piloti durante lo scorso GP di Turchia. Ottima iniziativa per la coreografia…

Sul fronte delle cose più concrete, mi ha maggiormente colpito la secca frase con cui Herr Dietrich Mateschitz, proprietario della casa madre Red Bull, ha voluto chiudere questa fastidiosa vicenda. “Sono cose che purtroppo accadono… ora, non dobbiamo più parlare del passato, ma concentrarci sul futuro. La realtà dei fatti è che non abbiamo solo la macchina più veloce del lotto, ma anche due tra i migliori e più veloci piloti”. Poche parole ed un punto che sta a significare abbastanza chiaramente ‘punto e basta’, che il mega boss ha voluto rivolgere più ai suoi stessi piloti che al mondo esterno. Per Mateschitz il concetto è chiaro : l’ascesso va curato subito, prima che corra il rischio d’infettarsi.

Sarà anche un caso -ma non lo credo,  siccome in certi casi, i fatti aiutano a dare risalto alle parole ed anche a convincere i loro destinatari…- quasi contemporaneamente sono circolate le prime indiscrezioni sulla volontà della Red Bull di prolungare di tre anni, cioé fino al 2015, il contratto di Vettel. Il tedesco è già vincolato a tutto il 2012 e non ci sarebbe nessuna necessità oggettiva di precipitarsi ora a confermarlo, la coincidenza è quindi troppo palese per non esser sospetta: si vuole bloccare la situazione e cementare a sé il gioiellino in cui si è molto investito, per evitare che l’eventuale perdurare di un clima di conflitto interno in squadra possa spingerlo a guardare altrove.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in F1 key people, Piloti, Politica, Squadre. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...