La Red Bull Racing con l’F-duct : pronta a tornare a dominare

La RB6 ripropone l'F-duct : sempre più veloce ? - Fotografia MIRCO LAZZARI

In tanti lo copiano ed integreranno -tra Valencia e le prossime gare- il concetto (di per sé roba vecchia, risalente agli anni novanta…) adottato dalla RBR degli scarichi che soffiano nel diffusore? Ebbene, Adrian Newey risponde riprensentando la sua interpretazione di un’idea McLaren, quella dell’F-duct, integrata alla sua RB6.

La monoposto più impressionante dell’anno, made in Milton Keynes, aveva già collaudato una prima versione di questo sistema in occasione delle prove libere del GP di Turchia, poi però -a causa dell’instabilità del livello di carico generato e della conseguente eccessiva sensibilità della monoposto alla gestione di questo sistema comandato dal pilota- la RBR aveva preferito non adottarlo per qualifica e gara, ed ottimizzarlo per il futuro. Lo ripresenterà, ora, a Valencia e dovrebbe essere l’arma non troppo segreta di Newey per conservare il vantaggio attuale, nonostante gli sviluppi (scopiazzature) altrui, plagiando un po’ a sua volta chi ha avuto una pensata giusta. Come noto l’F-duct serve a ridurre in rettifilo la portanza dell’ala posteriore -grazie ad una ben calibrata ‘soffiatura’ tramite un condotto apribile o chiudibile a volontà- ed aumentare così la velocità. Settore, in cui, infatti, eccelle la McLaren mentre la RBR ha finora svettato nelle piste guidate e veloci, in particolare dove abbondano i curvoni ad alto carico.

Intanto, io mi lancio e ribadisco quanto avevo già lasciato trasparire tra le righe : a Valencia la Red Bull Racing tornerà a dominare la scena! Scommettiamo?

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in F1 key people, Squadre, Tecnica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La Red Bull Racing con l’F-duct : pronta a tornare a dominare

  1. liongalahad ha detto:

    Vedremo se riuscirà a sfruttarlo a dovere… Anche la Ferrari lo utilizza, ma i risultati non sembrano nemmeno paragonabili con quelli che dà l’F-duct made in Woking che. ricordiamolo, ha uno sviluppo alle spalle di due anni in galleria del vento e che continua ad evolversi gara dopo gara.

    Per me la cosa più interessante sarà vedere lo step della Ferrari a Valencia e, soprattutto, le novità stile Red Bull che porterà la McLaren a Silverstone. Allora avremo un quadro abbastanza esauriente di come potrà evolversi la stagione….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...