La situazione si complica per JJ Lehto

Ecco il relitto dello scafo su cui viaggiava JJ Letho - Fotografia della Polizia finlandese, tratta da http://www.joesaward.wordpress.com

Negli scorsi giorni, in seguito al drammatico incidente nautico che ha visto protagonista l’ex-pilota di F1, JJ Letho (44 anni), avevo immediatamente redatto un post in merito, con un messaggio di simpatia rivolto al pilota finlandese rimasto ferito nell’impatto dell’imbarcazione contro il basamento di un ponte. Un urto violentissimo in cui ha invece, purtroppo, perso la vita un amico di JJ che aveva trascorso con lui una piacevole serata in un ristorante cinese di Raasepori, alla periferia ovest di Helsinki.

JJ Lehto - Fotografia http://www.Autobild.de

Quasi immediatamente, sono, poi, circolate indiscrezioni circa presunti eccessi di velocità ed anche con la bottiglia, che avrebbero favorito la perdita di controllo del potente (oltre 300 cv) fuoribordo SeaRay 210 Fission. Avevo, poi, spiegato ad un lettore -il cui pseudonimo mi fa capire che si tratta di un tifoso del compianto Gonzalo Rodriguez che tanto ammiravo in F3000- perché non volessi dare “a caldo” troppa attenzione a tali voci. L’essenziale era, ai miei occhi, la condizione psico-fisica del simpaticissimo JJ.  Passano le ore ed i giorni e, purtroppo, “a freddo” la situazione si complica per l’ex- Flying Finn che ha disputato 62 GP tra il 1989 ed il 1994. Quelle prime voci trovano conferma :  (per Onix, Dallara, Sauber e Benetton). Quelle voci si confermano : l’eccesso di velocità pare certo, l’eccesso alcolico fortemente sospettato. Resta un mistero, e non di poco conto : persino la polizia non ha ancora accertato chi stesse guidando al momento dell’incidente. Ad ogni modo, anche se JJ avesse la responsabilità dell’accaduto, oggi è -come ho già scritto- una persona che soffre, fisicamente e moralmente, e che merita sostegno. Se l’incidente è stato provocato da suoi errori ne risponderà, in primo luogo, alla sua coscienza e poi alla tutt’altro che permissiva Giustizia finnica. La morte del suo amico è, di gran lunga, la peggiore delle sanzioni. Anche se non basterà di certo alle autorità.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Costume, F1 key people. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...