F1 – Ecco tutte le altre decisioni del Consiglio Mondiale FIA

La sola cosa che non ha bisogno d'essere regolamentata : la passione - Fotografia MIRCO LAZZARI

Non solo Pirelli ed ali mobili. Il Consiglio Mondiale della FIA ha preso, ieri, a Ginevra molte altre decisioni per il futuro della F1. Tali e tante che suscitano la mia ammirazione. Se saranno tutte giuste non lo so ancora : lo dirà solo il tempo, ma l’era Todt si apre, se non altro, sotto il segno dell’efficacia e del lavoro. Raramente mi era capitato di veder produrre così tante concrete novità, in così poco tempo e, soprattutto, senza troppe sterili chiacchiere e discussioni a vuoto. E’ evidente il segno di chi, come Todt, deve negli anni scorsi spesso sofferto di fronte ad un apparato federale con inerzie e tempi morti degni di un ministero : ha voluto voltar pagina.

F-duct – Il sistema progettato dalla McLaren ed ormai copiato da tutti sarà vietato. Così come ogni altro comando manuale da parte del pilota con effetti sull’aerodinamica, eccezion fatta per la novità dell’ala posteriore mobile (e dell’analogo comando già esistente per quelle anteriori).

Peso minimo (+ 20 kg) – Viene portato a 640 kg in qualsiasi momento dell’evento. Un incremento di 20 kg -rispetto all’attuale peso minimo di 620, introdotto da quest’anno- destinato ad evitare che i piloti più alti e pesanti risultino svantaggiati col ritorno del KERS. In altre parole, anche col peso supplementare del sistema di recupero d’energia, ci sarà così sempre un margine sufficiente per caricare zavorra necessaria al buon bilanciamento della macchina.

107% – Torna la vecchia norma del 107%… In altre parole, qualunque pilota il cui miglior giro di qualifica sia superiore al 107% del miglior tempo realizzato nella Q1, non sarà autorizzato a prendere, poi, il via della gara. Ovviamente, ci sarà spazio per qualche caso di forza maggiore, quando –com’è capitato ad esempio ad Alonso allo scorso GP di Monaco- un pilota veloce non dovesse completare neppure un giro valido. La norma serve solo a stabilire un livello di prestazione minimo per la “decenza”. Non vuole essere una mannaia spietata per chi, invece, merita.

Licenza per tutti – La FIA vuole istituire una sorta di licenza anche per il personale delle squadre. Questo per avere un controllo, anche morale, sui partecipanti e poter, nel caso, sanzionare chi sgarra. Ogni riferimento ai recenti casi di Briatore e Symonds è tutt’altro che casuale.

Safety car – E’ stata precisata più chiaramente la norma relativa all’eventuale rientro della Safety Car nell’ultimo giro di un GP, che aveva creato confusione all’ultimo GP di Monaco. In tali circostanze non sarà possibile superare anche una volta tornata ai box la Safety Car.

Sicurezza generale – Per evitare ‘furbate’ da parte di qualche pilota, ad esempio durante le qualifiche, verrà stabilità per ogni circuito un tempo massimo di percorrenza per il giro di rientro ai box. Questo per evitare che rallentando troppo, magari per non consumare, un pilota crei situazioni di pericolo per gli altri.

Carburante – Questa è la sola decisione con effetto immediato, che fa seguito al caso Hamilton della qualifica del GP del Canada. Resta valido che al termine della qualifica ogni macchina deve poter avere ancora un minimo di carburante nel serbatoio (ad esempio per poter procedere ad un controllo) ma è ora chiaramente precisato che ogni macchina deve anche poter rientrare ai box coi propri mezzi, cioé a motore acceso e vettura funzionante.

Ho-Pin Tung – E’ stata approvata la richiesta di superlicenza per Ho-Pin Tung, con un periodo probatorio di quattro gare.

Caro Petrov… non è per caso che la Renault ci stia nascondendo qualcosa?

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Tecnica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...