Domenicali : vincere una delle prossime tre gare

Stefano Domenicali sorride agli amici-avversari della McLaren. Con lui le corse sono una sana rivalità, mai una guerra di trincea - Fotografia MIRCO LAZZARI

Un tempo per le squadre non inglesi tra cui ovviamente spicca la Ferrari, andare a correre a Silverstone significava giocare in trasferta. Sulla pista di casa delle squadre inglesi.

Tale svantaggio è, oggi, poco più che simbolico e legato principalmente al numero dei tifosi, ma su questo argomento la Ferrari non è mai “in trasferta”. Perché sul piano tecnico, col veto delle prove private non esiste più un concreto ‘plus’ per i vicini di casa. A maggior ragione quest’anno, visto che il tracciato del circuito inglese è cambiato, essendo più lungo e con cinque curve diverse. Le modifiche si concentrano in particolare tra la fine del secondo settore ed il terzo. Tutti scopriranno la realtà sul campo di gara, venerdì.

La Ferrari può quindi logicamente ambire a giocarsela alla pari con le altre, salvo le differenze di macchina esistenti a prescindere dal luogo della disfida agonistica.

Lo sa Stefano Domenicali, che nel filmato che vi propongo (dove intervengono anche i due piloti della Ferrari) afferma come la Rossa debba continuare a crederci per la conquista di ambedue i titoli mondiali e come debba puntare assolutamente a conquistare una vittoria nelle quattro settimane a venire, che saranno cruciali per il Campionato, poiché prima della pausa estiva si disputeranno in questo periodo ben tre Gran Premi (Gran Bretagna, Germania ed Ungheria). “Correre in trasferta sarà solo uno stimolo in più” sostiene saggiamente Domenicali e proprio questo deve essere, a mio avviso, lo spirito con cui affrontare questo genere di sfide. “E’ sempre meglio giocare in casa” precisa invece Felipe Massa, mentre Alonso minimizza. Eh allora? nel calcio un tempo si sintetizzava dicendo che i risultati in trasferta valgono il doppio. E’ il momento di approfittarne, quindi.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Circuiti, F1 key people, Piloti, Squadre. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...