Ferrari : basta con le scuse. Bisogna vincere

Ferrari basta con le chicane delle scuse : che la F10 punti, ora, dritto alla vittoria - Fotografia MIRCO LAZZARI

Non ci sono più scuse. Ora, la Ferrari deve dar spazio ai fatti invece che voce alle parole. Dopo la semi-disfatta del GP di Turchia, mi aspettavo -come avevo detto- una risposta ed una ripresa della competitività tanto in Canada quanto a Valencia. La F10 si è, in realtà, dimostrata competitiva in tutte e due queste gare ma si sono persi troppi punti per strada per vari motivi, anche esterni. Però, anche grazie ad una stampa eccessivamente ‘partigiana’  è stata data troppa enfasi a fattori esterni di cui sono state a mio avviso ampiamente esagerate le conseguenze. A Montréal non è di certo stata tutta colpa del doppiaggio di Trulli se Alonso non è salito più in alto sul podio ed a Valencia il problema essenziale per la Ferrari non è stato il comportamento di Hamilton e degli altri piloti. Capisco che possa far comodo a volte puntare l’indice altrove per distogliere l’attenzione, ma al GP d’Europa la squadra di Maranello è stata semplicemente vittima di circostanze poco fortunate, che hanno fatto sì che i suoi due piloti si siano trovati al posto sbagliato nel momento sbagliato, cioé quando entrata in scena la Safety Car. In altre parole, se anche Hamilton fosse stato punito prima (come sarebbe stato giusto) ed in modo più esemplare (come invece, a mio avviso, non avrebbe meritato) non sarebbe sostanzialmente cambiato nulla per la Ferrari : la gara era comunque persa ed anche le speranze di salire sul podio. Sono cose che capitano e non serve a nulla gridare a posteriori ad un presunto scandalo che non ha motivo d’essere. Lo dico e mi prendo le dovute responsabilità : sono pronto a ricevere la scarica di pallettoni (spero solo verbali) che qualcuno mi tirerà, ora, inevitabilmente addosso. Resto comunque  convinto che se invece che le due Ferrari a Valencia fossero rimaste ‘fregate’ due Force India, la polemica si sarebbe esaurita nel giro di poche ore, forse meno, senza strascicarsi sterilmente per giorni e giorni. Quello che serve non è piangere sul latte versato, ma reagire, ripartire dal tutto sommato buono stato di forma visto nelle ultime due gare per presentarsi a Silverstone carichi di buona volontà. Sono certo che è esattamente quello che farà la Ferrari e sono convinto che ci riuscirà. e spero di non sentir più parlare della gara di Valencia. Sono ancor più convinto che le due successive gare, ed in particolare il GP d’Ungheria, potranno dar lustro alla Rossa. Che bella soddisfazione sarebbe -pensate- per Felipe Massa poter conquistare un successo proprio all’Hungaroring, dove un anno fa la sua carriera rischiò di chiudersi.

Per quanto concerne Silverstone, come ho già detto, scommetto soprattutto sulla Red Bull Racing ed in particolare su Webber che, nonostante abbia recuperato per forza di cose il telaio n° 3 precedentemente scartato da Vettel, avrà una gran voglia di riscatto. Resta da vedere quanto efficaci saranno le tante novità portate dalla McLaren, che farà esordire la sua versione ‘scarichi nel diffusore’. Tante saranno anche le novità per la meno ambiziosa Williams, e si va dagli scarichi tipo RBR (forse. Il loro esordio non è, infatti, ancora certo) all’F-duct tipo McLaren ad una nuova sospensione. Di che creare fastidi a Renault e Mercedes? Vedremo…

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Squadre. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ferrari : basta con le scuse. Bisogna vincere

  1. liongalahad ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo con tutto ciò che ha scritto qui, soprattutto per quanto riguarda il fatto che se fosse stata la Force India penalizzata, la polemica sarebbe finita dopo poche ore… e aggiungo che, secondo me, uno dei motivi degli insuccessi rossi negli ultimi 2 GP, in particolare per il Canada, è da ricercarsi nella scarsa lucidità e freddezza di Alonso, che sta a mio avviso ampiamente deludendo le attese del popolo ferrarista, che si aspettava uno Schumacher e si è ritrovato un Raikkonen o poco più…

  2. gonzarodriguez ha detto:

    Basta scuse! Per la Ferrari, più che un tecnico, servirebbe un urologo!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...