La Art si tira indietro

Nicolas Todt, comproprietariop dell'Art GP, con Felipe Massa, di cui è il manager - Fotografia MIRCO LAZZARI

La crisi è sempre alle porte… e chi è saggio sa capirlo in tempo, soprattutto se il cognome che porta è talmente ‘ingombrante’ da non concedere il minimo spazio per un passo falso. Oggi, la Art Gran Prix di cui Nicolas Todt (il figlio di Jean, Presidente della FIA) è uno dei comproprietari ha deciso di ritirare la propria candidatura per l’iscrizione della squadra al Campionato del mondo di F1 del 2011.
“La squadra ha lavorato per diversi mesi -dichiara il comunicato stampa emesso dall’ArtGP- a questo ambizioso progetto affrontato con determinazione e lucidità, ed in questo periodo l’ART Grand Prix aveva imbastito forti legami con vari partner tecnici e finanziari, ma a causa della sfavorevole situazione economica non abbiamo potuto avere le necessarie garanzie per dare stabilità a lungo termine al progetto”. La stessa Art GP lascia però intendere che, pur concentradosi ora nuovamente sulla GP2 e GP3, non ha affatto definitivamente accantonato le sue ambizioni d’accedere un giorno alla massima formula. Non è più candidata autonomamente, ma magari in futuro potrà ripensarci unendo le sue forze ad una squadra già esistente. C’era già stato, nelle scorse settimane, un contatto con la Sauber e non è detto che qualcosa non possa sbocciare in futuro.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in F1 key people, Squadre. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...