La Ferrari va, ma non troppo… La McLaren in aspettativa… Convincono Williams e Sauber

Tra gli inseguitori, la Williams vola - Fotografia MIRCO LAZZARI

Analisi prima del giudizio… In gara, poi, può succedere di tutto stravolgendo magari in parte le indicazioni delle qualifiche. Silverstone, però, ha già emeso il primo importante verdetto in merito al livello di competitività. Come mi aspettavo, e com’era, del resto, facile immaginare, la Red Bull Racing ha suonato tutti. Alla grande. Quello che impressiona, questa volta, non è tanto il vedere la prima fila monopolizzata da Vettel e Webber, ma constatare la facilità disarmante con cui hanno dominato tutti. Otto decimi di vantaggio rispetto alla Ferrari di Alonso, terzo, la dicono molto lunga. Dicono, ad esempio, che la Ferrari è sì competitiva, come sostengo da molte gare ormai, ma solo, per ora, per puntare al terzo gradino del podio. Le speranze di vittoria sono appese solo al filo degli eventuali incidenti di percorso che potrebbero avere in casa RBR.

...e la Sauber anche - Fotografia MIRCO LAZZARI

Ancor meno brillante, appare per ora la situazione in casa McLaren, che nella gara di casa ha dovuto correre ai ripari e giocare in difesa, scartando le novità e rimettendo in pista l’abituale configurazione della Mp4/25. Il suo vero potenziale lo vedremo -in termini di qualifica- ad Hockenheim, ma già oggi in gara potrebbe essere un’altra musica ed a mio parere, anche se Alonso ha già promesso il piazzamento sul podio, farà bene a guardarsi molto attentamente le spalle da Hamilton e dal suo abituale scatto micidiale al via!

Chi invece mi sta convincendo sempre più sono Williams e Sauber, che da un paio di gare ormai stanno mostrando una forma notevole ed accedono con facilità alla Q3. Largo ai vecchi a Silverstone, con Barrichello ottavo e de La Rosa (questa volta più veloce del giovane Kobayashi) nono. Queste loro prestazioni sono la riprova che queste due squadre hanno fatto un bel salto di qualità nel gruppo degli inseguitori. La loro non è una battaglia per inserirsi nel gruppo di testa che lotta per la vittoria, ovviamente, ma è quella per essere subito dietro. In configurazione qualifica, sembrano aver preso il sopravvento sulla Force India che, di nuovo, non è entrata nel Top10 (con tanto di penalità a Liuzzi per aver ‘bloccato’ Hulkenberg) ed hanno anche tenuto testa alla Mercedes di Michael Schumacher ed ampiamente alla Renault del questa volta deludente Petrov, preceduto anche da Hulkenberg e da Kobayashi. Insomma per Williams e Sauber è festa.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Squadre, Tecnica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...