Vettel : Red Bull gives you front wing

Fotografia MIRCO LAZZARI

La Red Bull ti mette le ali. Anzi ti mette l’ala anteriore ultimo sviluppo, a condizione che tu sia tedesco e ti chiami Sebastian…

Alla Red Bull di Fuschl am See, in Austria, sono maestri nel preparare bibite energetiche, ma guardando quello che è accaduto oggi a Silverstone mi vien da chiedere cosa si siano bevuti, invece, alla Red Bull Racing di Milton Kyens (a pochi chilometri dal circuito inglese). Sono sorpreso da tanta ingenuità da parte della Red Bull Racing e del simpatico e solitamente brillante Christian Horner. Perché credo che anche l’ultimo arrivato tra i capi squadra della Formula BMW avrebbe indovinato, con la sua scarsa esperienza, che far smontare la sola nuova ala anteriore disponibile da una vettura, per farla montare sull’altra è qualcosa di sportivamente inconcepibile. A prescindere, ma a maggior ragione se chi viene favorito aveva precedentemente disposto della stessa ala, andata poi distrutta in uno strano e pericoloso guasto, del tutto indipendente dal pilota. Eppure, oggi, la Red Bull Racing lo ha fatto, concedendo, a mio avviso, un vantaggio concreto tutto sommato minimo a Vettel, ma mettendosi in compenso da sola con le spalle al muro, porgendo clamorosamente la guancia agli attacchi dall’esterno ed ad un certo tipo di pressione dall’interno. Tre gare dopo lo scontro in corsa dei suoi due piloti in Turchia, questa mossa ha sostanzialmente il ‘merito’ di alimentare un clima d’agonismo esasperato e di sospetto (che Vettel venga favorito…) e di far magari dubitare anche in interno che esista nel suo sistema una politica discriminatoria. Horner ha dichiarato che la scelta non è stata semplice e che è stata dettata solo dalla situazione punti in campionato. Uuhhmmmm… La decisione mi pare comunque un po’ ingenua e quasi superficiale, pensando alle conseguenze che può eventualmente causare a livello di rendimento e classifica, semmai il tarlo del dubbio (d’essere stato declassato a ruolo di numero 2) dovesse mai insinuarsi definitivamente nei pensieri di Mark Webber. Vero, …plausibile, …semplicemente inappropriato? Il gesto della Red Bull Racing mi stupisce, veramente. Anche perché, a mio parere, non ce n’era assolutamente bisogno vista comunque la supremazia mostrata dalle RB6 in questa sessione di qualifica. Avvelenare il clima in seno alla squadra non è mai la migliore mossa strategica. Per fortuna di Horner, Mark Webber è un fior di professionista, molto navigato e determinato: da anni è abituato a farsi scivolare addosso, quand’è il momento, le difficoltà, per evitare i pericoli di polemiche intestine, spesso anche per poter replicare con prestazioni maiuscole. Di certo, però, dopo avergli assegnato -nei giorni precedenti il GP di Gran Bretagna, ed il suo terrificante incidente di Valencia- il telaio n° 2 che era stato scartato dal suo compagno di squadra, Webber ha subito il secondo smacco nel giro di pochi giorni. Perché veniva riciclata con lui una maccina che Vettel aveva ‘ripudiato’ da tempo, finché la squadra ha finito con sostituirglielo. Ieri pomeriggio, a Webber -che è un tipo tutto d’un pezzo, scolpito nella roccia- giravano a mille. Oggi, farà di tutto per far parlare comunque di sé, cercando d’invertire i ruoli tra lui e Vettel. Sarà interessante vedere come si svolgerà la gara, ma la minima nuova indelicateaza della Red Bull Racing potrebbe far saltare certi equilibri ed avvantaggiare le rivali. Per questo non capisco Horner che così agendo ha prestato il fianco a potenziali difficoltà. Magari, oggi, scopriremo in gara che ha ragione lui.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Piloti, Politica, Squadre. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...