Tempi moderni : ecco come si prova oggi in F1

Come noto, le prove private nel corso della stagione sono, ormai, vietate in F1. Le squadre devondo quindi ingegnarsi ed investire sempre più in nuove tecnologie, un tempo magari riservate a poche di esse, per poter procedere alla messa a punto di varie novità tecniche. A monte di ogni novità c’è ovviamente la progettazione e la convalida strutturale grazie  anche al calcolo vettoriale con computer sempre più potenti. Per tutto quanto concerne l’aerodinamica, poi, si passa dallo studio teorico col CFD (sistema di calcolo vettoriale della fluido dinamica) alle prove pratiche con modelli in scala, in galleria del vento. In rare occasioni, poi, è anche possibile procedere ad un saggio in pista, su un rettifilo dedito ad esclusive prove aerodinamiche. Per quanto concerne i motori, esistono da molti anni gli appositi banchi, ma l’introduzione, da anni, del freezing delle novità ha di fatto ridotto ai minimi termini il loro uso, almeno per prove di sviluppo. Esistono anche analoghi banchi prova per cambi e trasmissioni.

Resta, per finire, un altro settore di lavoro intenso che è quello delle novità meccaniche del telaio, come ad esempio le sospensioni. Queste novità vengono collaudate grazie a speciali banchi prova dinamici del telaio, i cossidetti 7 post rig, cosiddetti perché mettono contemporaneamente sotto sforzo sette assi di lavoro della macchina simulando tutti i movimenti verticali, orizzontali e longitudinali, riproducendo ad esempio i passaggi sui cordoli, la sterzata e cabraggio e picchiata. Nei seguenti filmati potete vedere la R30 sul banco prova dinamica del telaio della Renault. Si tratta a mio avviso di video interessanti per capire quanto possano essere violente le energie assorbite e gli sforzi subiti da una F1 in azione, allorquando le immagini dalla pista danno spesso l’impressione che tutto scorra liscio come l’olio o quasi.  In realtà il pilota viene letteralmente scheckerato dentro al suo abitacolo.

Ovviamente l’ultima fase del sistema di messa a punto moderno avviene grazie alle prove al simulatore nel cui programma (software) vengono incorporati tutti i dati definiti coi suddetti sistemi di calcolo o misura.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Tecnica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...