Tutto come da copione: Monaco resta per altri dieci anni

Monaco e la F1. The Magic forever? - Fotografia Mirco LAZZARI

Ve l’avevo detto, no? In un mio precedente post avevo spiegato che non bisognava dare credito alle minacce di Ecclestone nei confronti del GP di Monaco “…la F1 potrebbe anche farne a meno!”. Ma va la Bernie, raccontala ad un altro…

Se ci sono due entità di cui, più di ogni altra, Mister E non farà mai, a priori a meno, sono la Ferrari ed il GP di Monaco.

Chi ha creduto alle minacce di Bernie Ecclestone è ingenuamente cascato nella più banale delle trappole. Così come ci casca chi pensa, oggi, che Monaco abbia dovuto allargare a dismisura i cordoni della borsa alle esigenze di Ecclestone. E’ stato semplicemente la classica recita di mezza estate del “Gioco delle parti”.

Di certo non c’è cascato Michel Boeri, e di certo l’ACMonaco ed il Principato non si sono piegati a nessuna forma di pressione da parte della FOM per spillare soldi anche dalle casse del GP più mondano ed ‘autonomo’ del mondiale. Il solo che, al limite, potrebbe anche organizzare un GP extra-mondiale avendo la certezza che tutte le squadre farebbero a gomitate per prendervi parte.

Tutto quello che importava a Bernie Ecclestone era chiudere un contratto alla svelta per avere Monaco con sé e toglierlo ad un’eventuale benché sempre più che mai fantomatica serie alternativa da parte della FOTA. Una serie che comunque lo zio Bernie sa benissimo che può essere al massimo millantata nelle righe di un comunicato stampa, ma che mai e poi mai la FOTA (che a tutt’oggi si compone di due soli dipendenti stipendiati: il segretario generale e la sua segretaria!) potrebbe organizzare. Semplicemente perché non ne hanno forza e strutture.

Questo lo hanno, invece, capito benissimo gli organizzatori monegaschi che, amicizia con la Ferrari o meno, hanno fatto alla svelta a scegliere il loro campo. Cioé il solo esistente nella realtà: la FOM.

Il GP di Monaco e la FOM hanno quindi siglato, oggi, un’estensione decennale del loro contratto di collaborazione. Il GP nel Principato si svolgerà almeno fino al 2020… eventi esterni permettendo. Perché come ho già detto, la sola, unica, vera e reale minaccia che pesa sulla gara cittadina del Principato monegasco è tutt’altra e anche questo Michel Boeri lo sa benissimo (ne avevamo del resto parlato, insieme anche a Max Mosley, un giorno a Parigi, all’indomani della tragedia di Senna ad Imola) : l’incidente. Quello con la “i” maiuscola, in grado di coinvolgere il pubblico in tribuna, comunque troppo vicino all’azione. E’ quella la sola vera spada di Damocle che pesa sul capo della gara più prestigiosa del mondiale di F1, che si corre dal 1929. Il resto è solo fuffa per intrattenere la platea…

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Circuiti, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...