Schumacher merita una squalifica

Michael Schumacher. La sua manovra è stata inaccettabile. - Fotografia RVPress

Non può passarla liscia. Sarebbe un pessimo segnale da parte della FIA a tutti i giovani piloti che inevitabilmente guardano a quello che accade in F1 per sapere come si fa a diventare grandi campioni…

Michael Schumacher è indubbiamente personalmente legato da una forte amicizia col Presidente della FIA, Jean Todt, ma confido nell’integrità del francese per non influenzare in nessun modo una decisione troppo importante.

Sinceramente spero che questa volta Michael venga severamente punito e paghi, una volta per tutte, le tante altre malefatte commesse in carriera. E’ un grandissimo campione e per questo lo ammiro, ma non ho mai sopportato il suo modo di autoredigersi regole tutte per sé, che non tengono conto dello sport, che non tengono conto degli altri esseri umani e grazie alle quali si auto-autorizza qualsiasi manovra. E’ intollerabile e lo è ancor più proprio perché stiamo parlando di un grandissimo campione, che dovrebbe dare l’esempio. Il suo gesto odierno mi ricorda la testata data da Zinedine Zidane al sicuramente non del tutto candido Materazzi nella finale della Coppa del Mondo 2006. Anche in quel caso fu il brutto gesto di un grande campione. Ma le differenze sono tante e tutte a svantaggio di Schumacher: Barrichello, infatti, non ha di sicuro provocato in nessun modo la reazione del tedesco e rispetto a Zidane, che tutto sommato al massimo rischiò di mettere a terra l’avversario, Schumi oggi ha messo in pericolo la vita di un collega, oltre alla sua e a quella di tutti gli addetti ai lavori lungo quel tratto di pista.

Non può cavarsela con una reprimenda od un multa: la FIA dev’essere inflessibile e tanto peggio se a Spa-Francorchamps dovesse correre Nick Heidfeld e non l’ex-re del circuito belga, dove Schumacher è quasi di casa e dove esordì in F1 con la Jordan. Questa volta c’è in ballo molto di più: la credibilità di un sistema.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Costume, Piloti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...