Alonso carica la Ferrari: “Possiamo farcela”

Fernando Alonso vuole continuare a sollevare trofei e sprona la Ferrari - Fotografia RVPress

Fernando Alonso sprona la Ferrari e ricomincia a suonare la carica, per puntare al mondiale. Lo aveva già fatto alla vigilia del GP di Germania, quando predominava lo scetticismo tra gli osservatori esterni, e da allora la situazione è cambiata radicalmente. Il distacco di 47 punti, che separava il due volte campione del mondo dalla vetta della classifica mondiale, è sceso a 20 punti di distacco. Tanti e pochi allo stesso tempo. Ora, Alonso ripropone la solita solfa del “…Possiamo farcela” onde mantener viva l’inerzia positiva, ovvero il “momentum” come dicono gli inglesi, per la Rossa.

“La seconda parte di Campionato sarà molto tesa!”, ha detto ieri Fernando Alonso a Madonna di Campiglio, dove la Ferrari ed il suo sponsor hanno organizzato un’estensione estiva della loro abituale settimana bianca festiva invernale. Pur senza neve e sci ai piedi, lo spagnolo s’è divertito ed ha apprezzzato il panorama delle Dolomiti del Brenta. “In ogni caso, il Campionato è sempre li, in cima ai nostri pensieri. La pausa estiva non cambia nulla, non si può disconnettere il cervello, distogliere la mente dall’obbiettivo supremo. In questo periodo farò sport, mi allenerò, cercherò anche di rilassarmi, ma comunque per almeno dieci minuti al giorno, la mente volgerà la sua attenzione a ciò che mi aspetta alla prossima gara. E’ chiaro ed inevitabile che in particolare per noi che dobbiamo recuperare si sente fortissima la determinazione ad ottenere grandi risultati”.

Quattro avversari, tutti fortissimi, ma lo spagnolo chi teme maggiormente?

“Provo molto rispetto per tutti e quattro e credo che questo Campionato sia fantastico, anche che per gli appassionati per i quali è sicuramente bello e stimolante che ci siano cinque piloti in lizza per il titolo. Tra le gare che restano, ce ne saranno ovviamente alcune dove la Red Bull Racing andrà meglio, ed altre dove la vettura da battere sarà la McLaren, ma anche noi abbiamo la nostra possibilità di svettare ed è ora di dimostrarlo”.

Aveva già detto che d’ora in poi, le rimanenti sette gare della stagione saranno sette finali in cui conterà di più essere costantemente a punti, sul podio, che vincere saltuariamente. Sinceramente, però, quante possibilità ritiene d’avere di spuntarla,

“Ritengo di partire alla pari con gli altri e d’avere il cinquanta per cento d’opportunità di spuntarla e vincere il mondiale”.

Nel frattempo, nei giorni scorsi, prima della chiusura ufficiale dell’attività alla Ferrari (che ha chiuso i battenti ieri, sabato 7 e riprenderà il lavoro il 22) lo spagnolo aveva provato al simulatore le novità, soprattutto al retrotreno, della Ferrari F10 “C” che esordirà a Spa e che dovrebbe costituire l’arma con cui andare all’assalto dei missili blu della Red Bull Racing.

“Abbiamo provato alcune novità che potremmo utilizzare nelle prossime gare, ma anche altre per il futuro. Ora, ci fermiamo, senza mollare l’osso però. Da qui a novembre, nella seconda parte di stagione, sarà un po’ come ripartire da zero e dovremo disputare il campionato più bello possibile, cercando di sfruttare a nostro favore questa volata lunga sette gare”.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Piloti, Squadre. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...