Ecco perché Webber vincerà il mondiale

Mark "Wibba" Webber : e chi lo ferma più ? - Fotografia RVPress

Niente storie: vincerà lui, Mark Webber. Lo dice anche Flavio Briatore che anche in questo caso non è per nulla disinteressato e che, nella lotta per il titolo mondiale Piloti 2010 riveste un ruolo più unico che raro: quello di manager di ben due dei cinque contendenti per la corona iridata, Webber ed Alonso.

Analizzando i fatti, nudi e crudi, Webber ha un gran bel vantaggio su tutti in termini di punteggio e di numero di vittorie, considerando che quest’anno, con quattro centri all’attivo, ha finora vinto esattamente il doppio di GP di tutti i suoi quattro rivali, fermi a quota due successi pro capite.

Indubbiamente, il vantaggio in termini di punti (+ 4) non è immenso rispetto a Lewis Hamilton, ma l’australiano dispone di una Red Bull Racing RB6 che pare molto più competitiva, e soprattutto su ogni tipologia di pista, rispetto alla McLaren MP4/25 dell’inglese. A maggior ragione pare importante il distacco di 14 lunghezze sul campione del mondo in carica, Button. Dieci punti sul suo compagno di squadra, Sebastian Vettel non sono infiniti, ma hanno il merito di esistere. Inoltre, soprattutto dopo gli episodi delle ultime due gare e le delusioni a ripetizione del tedesco, Webber sembra aver acquisito un vantaggio psicologico nei confronti di “Seb” che potrebbe rivelarsi decisivo. Oltretutto l’australiano sa che questo sarà, per lui, l’anno dell’adesso o mai più. Ha molta esperienza ed ha raggiunto la giusta maturità per farcela a spuntarla, cosa che si riflette spesso anche in diverse azzeccate scelte strategiche. Senza dimenticare che la prospettiva di battere in casa il beniamino dello sponsor, Vettel, sicuramente lo esalta. Anche se è sempre stato considerato un animale da prestazione sul giro, Webber è quest’anno magari meno veloce di Vettel in fatto di performance assoluta, e gli capita pure d’incappare, ogni tanto, in qualche domenica no, ma complessivamente pare più concreto del tedesco e non è un caso se ha vinto il doppio e conquistato, a tutt’oggi, più punti del suo compagno di scuderia.

La sua calma interna lo sta trascinando e la voglia d’imporsi come numero uno si rispecchia anche in un suo cambiamento in certi comportamenti: è improvvisamente diventato anche manipolatore della stampa e dell’opinione pubblica e cerca di sfruttare la sua abilità di comunicatore esperto anche per metter pressione addosso al più giovane -e per certi versi fragile- compagno di squadra. Nessuno o quasi avrebbe scommesso su di lui alla vigilia della stagione e lui, ora, si diverte un sacco a stravolgere questi pronostici pro-Vettel, che sicuramente lo devono aver angustiato.

Credetemi: è proprio l’anno di “Wibba” , come viene pronunciato il suo nome dai tifosi australiani. E’ persino scampato ad un incidente che poteva essere mostruoso a Valencia, un anno dopo aver rischiato forte quand’era stato investito da un fuoristrada mentre in sella ad una bici partecipava come ogni inverno al suo Challenge Tasmania… Insomma, è un po’ come se nulla e nessuno potessero interrompere la sua caccia al titolo. Sono segnali che non ingannano.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Piloti, Politica, Squadre. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ecco perché Webber vincerà il mondiale

  1. Pingback: Ecco perché Webber vincerà il mondiale | F1 Online – La Formula 1 …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...