Ecco perché Vettel vincerà il mondiale

  

Nonostante il look, Sebastian Vettel non si atteggia mai a star. Ma il mondiale vuole vincerlo, eccome! - Fotografia RVPress

 

E’ come se tutto fosse già scritto… Vincerà Sebastian Vettel, come aveva pronosticato quel volpone di Bernie Ecclestone prim’ancora che iniziassero le ostilità del 2010. 

Nonostante i pii desideri di Alonso e benché oggi il ferrarista cerchi di convincere le truppe dell’Armata Rossa a credere nel suo 50% di possibilità di farcela… in realtà Fernando il Grande di Spagna ha perso le sue speranze d’imporsi nel mondiale -conquistando così il suo terzo sigillo iridato al primo tentativo con la Ferrari- durante la crisi un po’ folle di fine primavera ed inizio estate. Dall’erroraccio di Monaco alla débacle turca, passando per il parziale spreco canadese e soprattutto la disavventura di Valencia ed il tonfo clamoroso di Silverstone. Troppi punti lasciati per strada che alla fine peseranno inequivocabilmente in un bilancio di fine anno. 

Non ce la faranno neanche i due alfieri della McLaren, che pur armati di tanto talento ed un’immensa buona volontà hanno ripreso a scontrarsi col deficit di competitività (tutto è relativo, però la Red Bull Racing è una lepre spesso inarrivabile…) della loro MP4/25. 

Resterebbe quel Mark Webber, certo. E’ in testa alla classifica, guida la stessa velocissima RB6, e sembra trasfigurato in questa stagione, che per lui è quella dell’o la va o la spacca. Ma alla fine “la spaccherà” per l’australiano, perché Vettel ha chiaramente dimostrato d’avere una marcia in più in termini velocistici. Gli basterà darsi una calmata, riordinare le idee e cominciare a concretizzare tutte le opportunità che ha mostrato di sapersi costruire per mettere in fila tutti i tasselli necessari a cingere la sua prima corona iridata. Il tedesco è, del resto, un predestinato e lo si è capito da anni. E quando ad un predestinato capita la macchina giusta, com’è indubbiamente il caso della RB6 quest’anno, alla fine non ce n’è per nessuno, neanche per il suo pur bravo compagno di squadra. Del resto le sette pole position finora conquistate non sono frutto del caso e testimoniano, anzi, piuttosto chiaramente del potenziale dirompente dell’associazione Vettel/Red Bull Racing. I dieci punti che il tedesco paga, oggi, di ritardo nella classifica mondiale sono a dir poco trascurabili se confrontati ai 175 ancora da assegnare da qui alla fine del Campionato. 

Già così il copione parrebbe non solo scritto ma addirittura scolpito in tedesco. Se, poi, si pensa al fatto che la lingua di Goethe è anche quella madre per la casa madre proprietaria della scuderia (quella delle bibite energetiche) son pronto a scommettere che essa saprà stimolare a dovere il suo pupillo di pilota, nonché più famoso cittadino di Heppenheim, e mettergli le ali ai piedi… per farlo volare sino al primo titolo mondiale. I critici ribattono che Vettel sta commettendo troppi errori, che ha sprecato tanto a partire dall’auto-scontro (con Webber) in Turchia e poi buttando al vento tre occasioni di vincere negli ultimi tre Gran Premi. La mia impressione è che proprio con questa serie Vettel ha concluso il suo ciclo negativo. Non c’è il due senza il tre, come dice il proverbio, ma poi basta. D’ora in poi, dopo aver raffreddato le bocce durante la pausa estiva, saprà esser molto più freddo e concreto. Tenerlo a bada potrebbe diventare estremamente difficile per tutti anche per il suo principale avversario, ovvero proprio Webber.

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Piloti, Politica, Squadre. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...