Alonso fa tris con una vittoria che conta doppio

Tre è il numero perfetto. Di sicuro lo è per Fernando Alonso che ha conquistato oggi a Monza la terza vittoria stagionale. Un successo che conta il doppio, perché colta in una gara cruciale per mantener vive le speranze dello spagnolo di poter puntare quest’anno a ben altro tris… quello di titoli mondiali.

Se questo successo vale 25 punti come qualsiasi altro, quelli conquistati oggi da Alonso gli hanno permesso di portarsi al terzo posto nel mondiale riducendo sensibilmente il distacco dalla vetta della classifica, che si era fatto preoccupante all’indomani dello sfortunato (per lui) GP del Belgio. Invece, adesso, “Nando” ha ‘solo’ 21 punti di ritardo rispetto a Webber che ha riconquistato la prima posizione, ai danni dell’odierno “pasticcione” Hamilton vittima di un clamoroso autogol alla variante della Roggia.

Con Webber a quota 187, davanti ad Hamilton restato a 182 ed Alonso a 166, il mondiale non poteva sperare in miglior risultato complessivo per gli interessi dello spettacolo e dell’indecisione. Tanto più che, oltre ad Alonso, anche Jenson Button, ottimo secondo al termine di un’ottima gara, ha ridotto grandemente il distacco precedentemente accumulato. Cosa che, per assurdo, gioca anche a favore di… Alonso (e di Webber) poiché -conoscendo il modo di procedere di casa McLaren- allontana provvisoriamente il momento in cui la squadra di Woking deciderà, eventualmente, di puntare su uno solo dei suoi due piloti.

A mio avviso, invece, se nel mondo fantascientifico (a volte) della F1 c’è ancora spazio per un po’ di buon senso… (non ne sono sempre certo)  i giochi dovrebbero a questo punto esser fatti in casa Red Bull Racing, perché con 24 punti di vantaggio rispetto al compagno di squadra Vettel, Mark Webber dovrebbe logicamente ricevere il supporto della sua scuderia.

Anche se ufficialmente certi ordini di squadra sono sempre vietati, la sentenza della scorsa settimana sul caso “Hocenheim” ha di fatto levato le ultime remore.

Tanto che credo che Webber avrebbe, a dire il vero, dovuto ricevere più assistenza in termini di classifica già oggi dalla sua squadra, ma a rompere forse le uova nel paniere è sicuramente stata la presenza della parizalmente rediviva Mercedes di Rosberg in sandwich tra i due piloti della squadra di Milton Keynes. Non si poteva di certo pretendere che Vettel rinunciasse a due posizioni per lasciarne guadagnare una a Webber

D’ora in poi, però…

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Piloti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...