La Red Bull Racing gioca aperto. Lo rimpiangerà?

Webber e Vettel sempre liberi di compensatoire tra di loro - Fotografia RVPresF

Chissà se alla Red Bull Racing ne hanno mai parlato coi loro colleghi della McLaren?

Far bella figura lasciando i propri piloti liberi di lottare tra di loro, in onore allo sport, può infatti essere fonte di soddisfazione oggi, ma anche di rimpianti domani.

Alla Ferrari è già successo, con Kimi Raikkonen al suo primo anno in rosso, di vincere un titolo mondiale contro una squadra più forte che aveva ben due piloti davanti al finlandese in classifica a poche battute dal termine: la McLaren, appunto. Fernando Alonso se lo ricorda ancora benissimo. Oggi, la Ferrari ed Alonso hanno trionfato per la seconda gara di fila rilanciandosi così completamente per la conquista dei titoli mondiali 2010.

Nel frattempo, la Red Bull Racing ha nuovamente mostrato di non aver chiaramente ancora designato un numero uno in squadra, od almeno di non aver designato Mark Webber come tale, nonostante sia (e fosse già prima di questa gara) il capoclassifica del mondiale. Sarebbe, infatti, stato semplice negli ultimi giri far scambiare le posizioni ai suoi due piloti ed invece non lo hanno fatto.

Auguro loro che Webber non debba, poi, perdere il titolo per un paio di punti… perché potrebbe esser fonte di acuti rammarici, anche se stasera bisogna riconoscere la grande sportività della squadra di Milton Keynes. Insomma, oggi son complimenti, ma domani potrebbero diventare amare critiche.

Webber ha comunque già avuto la sua buona dose di fortuna nel portare a termine la corsa sul podio nonostante un suo pneumatico anteriore si fosse spostato di 5 mm nel contatto con Hamilton, cosa che gli ga fatto rischiare ad ogni momento una perdita di pressione, semmai lo pneumatico fosse anche solo parzialmente fuoriuscito dal cerchio.

Nell’arco di un Campionato, però, questi sono ‘dettagli’. I punti invece restano scolpiti nelle classifiche e se Alonso ne avesse, oggi, recuperati tre di troppo?

Annunci

Informazioni su Paolo Bombara

Il mio primo GP? Nel 1982. Negli ultimi 19 anni, ho assistito ad oltre 350 GP come inviato speciale per diverse testate. Una vita in F1 !
Questa voce è stata pubblicata in Piloti, Politica, Squadre. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La Red Bull Racing gioca aperto. Lo rimpiangerà?

  1. gonzarodriguez ha detto:

    Dissento sulla sportività della RB. L’occhio (quello buono) di Helmut Marko è palesemente orientato sul loro pupillo Vettel. Stanno ripetendo la telenovela Hamilton vs Alonso, chissà quale sarà il risultato finale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...